Castello Massafra (Ta) Castello Massafra (Ta) Ulivi Gravina di Massafra (Ta) Uva
Seguici su Facebook Abbonati al nostro canale RSS Seguici su Twitter Canale Youtube
banner homepage
Launcher Banca Virtuale Internet Banking - SimplyBank Web Trading Online - Directa
Launcher SimplyBankWeb
Contatta la tua Banca
Giovani Soci Verifica Cai Pass Launcher Blocco Carta

Assemblea dei soci 2016: approvato il bilancio 2015, confermati i consiglieri Michele De Giorgio e Donato Montanaro


Il 14 maggio 2016, i soci della Banca di Credito Cooperativo di Massafra, riuniti in Assemblea nella suggestiva location della Masseria Leucaspide, hanno approvato il Bilancio 2015 con un utile di 589 mila euro (163 mila nel 2014) e deciso la distribuzione di un dividendo pari all’1% della quota sociale. L’Assemblea ha rinnovato, peraltro, gli amministratori uscenti Michele De Giorgio e Donato Montanaro.
Continua a leggere




Bando di concorso “Matteo Pagliari”


La Banca di Credito Cooperativo di Massafra ha istituito un bando di concorso annuale a premi denominato “Matteo Pagliari”.
Il bando è rivolto a giovani, che non abbiano ancora compiuto i 35 anni, nati nel territorio di competenza della Banca (Massafra, Palagiano, Crispiano, Statte, Taranto, Martina Franca, Mottola, Palagianello, Castellaneta), laureati o laureandi, che si siano cimentati o si cimentino nello studio di temi attinenti all’economia e/o alla società del proprio territorio di competenza.

Per la partecipazione è richiesta la produzione di un’opera (tesi di laurea, tesi di dottorato o altro studio assimilabile), frutto della propria attività creativa, che non sia stata già pubblicata o presentata ad altri concorsi. I premi in denaro sono pari a € 3.000,00 per il primo classificato, € 2.000,00 per il secondo classificato e € 1.000,00 per il terzo classificato.

Per maggiori dettagli si rimanda al Regolamento del bando.




Le nuove regole europee sulla gestione delle crisi bancarie


Gentile Socio, gentile Cliente,
a partire dal 1° gennaio 2016 sarà pienamente applicabile la Direttiva BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive), recepita in Italia dai Decreti Legislativi n. 180 e 181 del 16 novembre 2015. Questa direttiva introduce in tutti i Paesi europei regole armonizzate per prevenire e gestire le crisi di banche e imprese di investimento, limitando la possibilità di interventi pubblici da parte dello Stato. In particolare, alle Autorità preposte alla soluzione delle crisi bancarie (in Italia, la Banca d’Italia – Unità di Risoluzione e gestione delle crisi) sono attribuiti poteri e strumenti per la risoluzione di una banca in dissesto o a rischio di dissesto al fine di garantirne la continuità delle funzioni essenziali.
Continua a leggere